Stampa

ULTIMISSIME

____________________________________________________________________________

 

 

 

work in progress immagine 

 

Il presente sito di Malabo Srl è in corso di completo rifacimento

Ci scusiamo coi visitatori per eventuali disservizi

 

 

____________________________________________________________________________

 

 

 

 

Pubblicato il volume Cyber Warfare 2018

 

 

cover libro cwc 2018 rid

 

 

Il volume, a cura del prof. Umberto Gori e pubblicato dalla Franco Angeli, contiene articoli relativi alle presentazioni effettuate alla Cyber Warfare Conference nel 2018, e tra questi l'articolo di Marco Bozzetti

"Gli attacchi digitali intenzionali in Italia: la situazione alla luce dei dati del Rapporto 2018 OAD"

 

______________________________________________________

 

Milano, 26/6/2019 ore 16.30-19.30

 

Convegno Assolombarda-ClubTI Milano-AIPSI

"CYBERSECURITY BY DESIGN: Un paradigma comportamentale"

 

L'intervento di M. R. A. Bozzetti, ha avuto come titolo "Trend innovativi della sicurezza digitale in Italia"

 

 

L'agenda di dettaglio del Convegno e tutta la documentazione degli interventi sono scaricabile dal sito AIPSI (occorre essere registrati al sito) cliccando qui

 

 

______________________________________________________

 

 

 

Milano, 22/6/2019 ore 9.30-13.30

 

Convegno AIPSI "Trend innovativi della sicurezza digitale in Italia"

 
 

 

 

M. R. A. Bozzetti è stato l'organizzatore ed il chairman dell'evento, ed ha condotto direttamente i seguenti interventi:

 

  • La crescente terziarizzazione della cyber security, le carenze delle competenze sia lato domanda sia lato offerta, e le certificazioni eCF – M. R. A. Bozzetti (AIPSI), R. Bellini (AICA)
  • Vulnerabilità e possibili attacchi alla block chain - M.R. A. Bozzetti (AIPSI)
  • L’impatto dei nuovi framework (DevOps, ITIL 4, COBIT 2019, etc.) e del Cybersecurity Act europeo nella realizzazione e gestione della sicurezza digitale - M. Armoni (AIPSI) e M. R. A. Bozzetti (AIPSI)

 

L'agenda di dettaglio del Convegno e tutta la documentazione degli interventi sono scaricabile dal sito AIPSI (occorre essere registrati al sito) cliccando qui 

 

 

______________________________________________________

 

Iniziativa 2019 OAD, Osservatorio Attacchi Digitali in Italia

 

L'attività per la realizzazione del Rapporto 2019 OAD è iniziata con l'individuazione degli Sponsor e delle associazioni patrocinatrici, oltre che con la preparazione del Questionario 2019 on line via web.

 

Per vedere il Gantt previsto e scaricare la proposta di sponsorizzazione  cliccare qui

______________________________________________________

 

 

 

Marco R. A. Bozzetti

eletto Presidente di AIPSI, Capitolo Italiano di ISSA, per il triennio 2019-21

 

logo aipsi png

 

 

______________________________________________________

 

 

Pubblicato il Rapporto 2018 OAD: da scaricare subito!

 

 cover vf rapporto 2018 oad

 

160 pagine A4, 140 grafici, 11 Capitoli (131 pagine A4) e 9 Allegati (29 pagine A4)

Prefazione dott. a Nunzia Ciardi, Direttore Polizia Postale e delle Telecomunicazioni

Capitolo 11: dati dalla Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, commentati dall’autore

 Executive Summary in italiano e in inglese

Glossario degli acronimi tecnici

 

Per scaricare in formato .pdf il Rapporto 2018 OAD occorre accedere a https://www.oadweb.it/it/, ed esservi registrati.

 

Se non lo si è, basta registrarsi cliccando su https://www.oadweb.it/it/component/comprofiler/registers.html: richiede pochi dati, ma bisogna fornire il consenso esplicito al trattamento dei propri dati personali, così come richiesto dal GDPR per la privacy.

 

NB Chi non è registrato non vede l'icona del file da scaricare.

 

 

 

 ______________________________________________________

 

 

 

 

immagine privacy tastiera

Nuovo Regolamento GDPR per la privacy

La sua Azienda o Ente pubblico è già conforme?

 

GDPR, General Data Protection Regulation, è il nuovo regolamento europeo sulla privacy (EU Regulation 2016/679) e sostituisce la precedente norma europea sulla privacy, la Direttiva 95/46/EC. La nuova norma è adottata da tutti i Paesi EU,  e dovrebbe essere già applicata operativamente da tutte le Azende ed Enti, con tutte le misure richieste ,  a partire dal 25 maggio 2018.

 

L’elemento di maggior impatto rispetto alla precedente normativa italiana, il Codice Unico sulla privacy (D.Lgs. 196/2003) è dato dalle nuove pesanti sanzioni economiche, che possono arrivare fino a 20 milioni di euro o fino al 4% dell'intero volume d'affari.

 

La privacy deve pertanto essere correttamente gestita, e questo deve essere dimostrabile, pena ... le sanzioni di cui sopra.

 

 

Malabo coi suoi specialisti può aiutarLa

Malabo, con la pluriennale esperienza conseguita nel supportare vari Clienti nell'adempimento del Codice Unico sulla Privacy (D.Lgs. 196/2003 e precedente 675/1996), ha predisposto i seguenti servizi consulenziali, tra loro non esclusivi, che possono aiutare un'Azienda ed un Ente Pubblico ad adeguarsi correttamente e velocemente alla nuova normativa, sfruttando al meglio anche quanto già effettuato per il precedente Codice Unico. 

 

  • Intervento consulenziale: si basa sugli standard internazionali per la privacy, quali ISO 29100 e ISO 29134, e si articola in un vero e proprio progetto, che partendo dalla rilevazione della situazione attuale (sia tecnica sia organizzativa) effettua l'analisi del rischio sulla cui base individua poi le misure mancanti o insufficienti, e prepara il piano degli interventi tecnici ed organizzativi per colmare il gap tra quanto già in essere e quanto richiesto dal GDPR. Il prezzo dell'intervento è definito a secondo delle dimensioni e complessità dell'Azienda/Ente e dei suo informatico tramite una specifiche offerta Malabo.
  • Consulenza da remoto: la logica e la qualità consulenziale è la medesima dell'intervento precedente, ma non richiede visite in loco, eliminando così i costi di trasferta. Malabo ha predisposto un insieme di documenti preimpostati e di linee guida che consentono al personale del Cliente di compilarli direttamente. Da remoto Malabo aiuta alla compilazione dei documenti preimpostati, chiarisce eventuali dubbi e collabora nell'impostazione ed attuazione delle misure organizzative e al piano di interventi tecnici di sicurezza digitale eventualmente necessari per rispondere correttamente a quanto richiesto dal GDPR nello specifico contesto operativo. E' poi a carico del Cliente l'implementazione diretta o tramite terze parti  degli strumenti tecnici di sicurezza digitale (controllo accessi fisici, identificazione ed autenticazione utenti e operatori, gestione log, back-up e ripristini, sicurezza intrinseca applicativi, protezione dei dati, ecc.). Malabo in questa fase può aiutare l'Azienda/Ente nel controllare e supervisionare, sempre da remoto, l'implementazione e la messa in produzione delle misure tecniche. L'interazione da remoto avviene tramite piattaforme collaborative quali Skype, Hangouts, Gotomeeting. 
  • DPO, Data Protecnion Officer: questo ruolo è definito dal GDPR, che lo rende obbligatorio per talune Aziende/Enti, e che lo consiglia ad altre. Malabo è in grado di fornire alcuni dei suoi professionisti di lunga esperienza nell'ambito della privacy quali DPO per l'Azienda/Ente Cliente.

 

 

Chi fosse interessato è pregato di inviare una email a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Verrà contattato al più presto!

 

______________________________________________________

 

 

                                                


Le "vecchie" notizie pubblicate sono archiviate anno per anno nel modulo in basso a destra

accessibile agli utenti registrati


======================================================

Malabo Srl è la Società di consulenza direzionale e servizi sull'ICT, Information and Communication Technology, costituita da
un team di autorevoli esperti del settore.

 


 

 

__________________________________________________

Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Luglio 2019 05:59